Caricamento
Contattaci!
IT|EN
10 novembre 2020 Bonus Io Lavoro 2020: nuove istruzioni INPS per l'assunzione di giovani e disoccupati
Aggiornamenti COVID-19

Bonus Io Lavoro 2020: nuove istruzioni INPS per l'assunzione di giovani e disoccupati

Con una nuova circolare l’INPS ha fornito ulteriori istruzioni per poter fruire dello sgravio contributivo Io Lavoro 2020.

Io Lavoro 2020: cosa cambia con le nuove istruzioni operative dell'INPS

L’Inps con la circolare 124 del 26 Ottobre 2020 fornisce le istruzioni operative al fine della fruizione dello sgravio contributivo “Io Lavoro” introdotto con decreto dell’Anpal n. 52 del 11 febbraio 2020.

Fino all’emanazione della Circolare INPS Io lavoro 2020 non è stato però possibile da parte dei datori di lavoro fruire di questo incentivo per le nuove assunzioni a tempo indeterminato.

Finalmente dopo 10 mesi dall’introduzione del nuovo incentivo occupazionale è possibile per i datori di lavoro richiedere lo sgravio contributivo Io Lavoro 2020 tramite il sito dell’Inps per le nuove assunzioni a tempo indeterminato effettuate a partire dal 1 gennaio 2020.

Incentivo occupazionale Io Lavoro 2020: a chi spetta?

L’incentivo all’assunzione spetta infatti per le assunzioni o trasformazioni a tempo indeterminato di giovani entro i 25 anni disoccupati. L’incentivo può essere richiesto anche in caso di assunzione con contratto di apprendistato professionalizzante.

Qualora il lavoratore al momento dell’assunzione abbia già compiuto i 25 anni deve essere anche privo di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi, ovvero nei sei mesi precedenti all’assunzione non deve aver svolto un lavoro subordinato della durata superiore ai sei mesi o in caso di attività lavorativa autonoma o parasubordinata non deve aver percepito un reddito annuo superiore a 4800 euro o 8000 euro nella seconda ipotesi.

La sede di lavoro deve essere ubicata in una di queste regioni:

  • nelle Regioni “meno sviluppate” (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia), nelle Regioni “più sviluppate” (Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Provincia autonoma di Trento, Provincia autonoma di Bolzano, Toscana, Umbria, Marche e Lazio) 
  • nelle Regioni “in transizione” (Abruzzo, Molise e Sardegna).

Precisiamo che i fondi stanziati per il finanziamento dell’incentivo occupazionale Io Lavoro sono differenti a seconda della regione interessata:

  • 234.000.000,00 euro nelle Regioni “meno sviluppate”;
  • 12.400.000,00 nelle Regioni “più sviluppate”;
  • 83.000.000,00,00 euro nelle Regioni “meno sviluppate” e “in transizione”.

L’agevolazione contributiva consiste in uno sgravio dei contributi dovuti dal datore di lavoro, con esclusione dei premi dovuti all’Inail, per un importo massimo di 8.060,00 euro su base annua, per 12 mensilità.

Io Lavoro 2020, le istruzioni per il datore di lavoro

Per poter fruire dell’incentivo Io Lavoro il datore di lavoro deve rispettare le seguenti condizioni:

  • I soggetti da assumere non devono aver avuto un rapporto di lavoro negli ultimi sei mesi con il medesimo datore di lavoro, salvo che si tratti di trasformazione a tempo indeterminato di un rapporto a tempo determinato.
  • rispetto del “de minimis”;
  • rispetto principi generali previsti dall’art. 31 del D.lgs 150/2015.

L’incentivo, di cui abbiamo già parlato in questo articolo che spiega come richiedere l’incentivo Io lavoro dell’ANPAL, è cumulabile con altre agevolazioni alle assunzioni come ad esempio con lo sgravio previsto con l’incentivo under 35 per l’assunzione di giovani a tempo indeterminato.

Per poter richiedere lo sgravio contributivo io lavoro 2020 è necessario compilare modulo di istanza on-line “IO Lavoro”, disponibile sul sito dell’INPS a partire dal 26 ottobre 2020.

Entro 10 giorni dalla conferma positiva da parte dell’Inps, il datore di lavoro dovrà terminare la procedura di richiesta. Le istanze saranno accolte in base all’ordine cronologico di presentazione.
Per le assunzioni effettuate dal 1 gennaio al 31 ottobre sarà possibile recuperare lo sgravio arretrato nelle denunce uniemens di competenza dei mesi di novembre, dicembre e gennaio 2021.